Project Description

Il progetto Long Now – Il vino, nasce nel 1998 con lo studio del nome e dell’etichetta, ma nel tempo è diventato molto di più. È di Cinzia Migani  l’idea di creare la “connessione” con la Long Now Foundation e dare al vino lo stesso nome, per associazione di proprietà. Assieme all’etichetta è stato realizzato tutto il materiale di comunicazione per il lancio del prodotto che comprendeva un CD audio con musiche realizzate specificatamente per l’evento da Brian Eno.

Nebbiolo, Barbera e tempo: affinità e assonanze in un Langhe DOC rosso di concezione innovativa che con l’annata 02010 celebra il suo primo decennale. Il nome del vino è ispirato a Long Now Foundation, un ente no profit con sede a San Francisco, voluto da un gruppo di uomini di scienza e di pensiero di cui fanno parte anche Stewart Brand e l’artista Brian Eno. Dopo essersi trasferito negli Stati Uniti e aver notato che a Londra la parola “Now” aveva un significato più dilatato che a New York, Eno decise di battezzare Long Now la fondazione che, partendo dalla dilatazione del concetto del tempo, incoraggia e sostiene la responsabilità di lungo periodo attraverso interventi e progetti culturali. Uno di questi è The Long Now Clock, un orologio alimentato dai cambi di stagione che procede di un solo scatto ogni anno, suona ogni millennio ed è progettato per scandire il tempo per 10.000 anni. In attesa che si completi la costruzione di questo monumento alla lungimiranza che verrà incastonato in una montagna del Texas, se ne può ammirare il primo prototipo al Science Museum di Londra e parte del suo spettacolare quadrante è visibile sull’etichetta del vino Long Now. Pelissero ha fatto propri i concetti e lo spirito della fondazione americana per ribadire l’importanza di quel tempo lento di cui ha bisogno in vigneto, in cantina ed in bottiglia un vino rosso che sa invecchiare. Long Now: il tempo in bottiglia.